Le “regole” del condono edilizio.

Le “regole” del condono edilizio. Piscina con telo in pvc non è opera ultimata. 1. Premesse Il condono edilizio è sempre introdotto con una legge speciale e costituisce un procedimento amministrativo di regolarizzazione amministrativa degli illeciti edilizi con l’estinzione dei reati penali connessi a tale attività illecita. In Italia si sono succeduti tre condoni: quelli

Violenza contro le donne

La violenza contro le donne. Il femminicidio. La legislazione e la prassi sulle violenze di genere. 1. Violenza contro le donne e violenza di genere. La violenza contro le donne è una forma di violenza basata sul genere. E’ stata riconosciuta, dalla Dichiarazione di Vienna del 1993, come una violazione dei diritti fondamentali della donna

maltrattamenti e abuso mezzi di correzione

maltrattamenti e abuso mezzi di correzione 1. Premesse. Insegnare è toccare una vita per sempre. “Giuro che sarò fedele al Re ed ai suoi Reali successori; che osserverò lealmente lo Statuto e le altre leggi dello Stato; che non appartengo e non apparterrò ad associazioni o partiti la cui attività non si concili con i doveri

La liquidazione del danno biologico

- di : palermo legal

I criteri di liquidazione del danno biologico, di natura temporanea o permanente,  per le lesioni  micropermanenti e le macropermanenti. a) danno biologico di natura temporanea Per i danni alla salute (temporanei o permanenti, macrolesioni o microlesioni) sussistono criteri diversificati per la quantificazione degli stessi, connessi all’origine e causa delle lesioni. Infatti, se l’invalidità è eziologicamente connessa ad

Il danno non patrimoniale

- di : palermo legal

Il Danno nel mondo del diritto. Il punto sul danno non patrimoniale. Il Danno biologico. (Il focus sui danni, questo è il primo articolo, la successiva pubblicazione avrà come oggetto: i criteri di liquidazione del danno biologico e morale) 1) I danni. Le definizioni. Sotto l’aspetto giuridico, il danno rappresenta il pregiudizio della sfera personale e/o patrimoniale

Incapacità naturale e annullamento del contratto

Incapacità naturale e annullamento del contratto. Termini e condizioni di applicazione dell’art.428 c.c. La differente ipotesi della circonvenzione di incapace di cui all’art. 643 c.p. L’incapacità naturale è una condizione della persona, non giudizialmente dichiarata, che non è in grado di intendere o di volere per una qualsiasi causa permanente o transitoria, sufficiente a tradursi

obbligo di mantenimento e assistenza familiare

La violazione dell’obbligo di mantenimento e assistenza familiare. Disciplina normativa e giurisprudenziale con particolare riferimento al trattamento sanzionatorio della reclusione. Spesso può verificarsi che il coniuge obbligato dalla sentenza di separazione o divorzio venga meno all’obbligo di versare all’ex consorte le somme stabilite, e destinate al mantenimento dei figli. Tale circostanza può comportare conseguenze giuridiche sia in ambito civile che

I trattamenti sperimentali e il reato di truffa

Le terapie mediche sperimentali e la configurabilità del reato di truffa   Negli ultimi anni, le vicende relative al c.d. metodo stamina e, in generale, ai trattamenti sperimentali volti a dare una risposta ad alcune patologie molto gravi, attualmente insuscettibili di terapie risolutive per il paziente (come le malattie neurodegenerative), hanno dato luogo ad un

Cosa Libera, la conoscenza come bene comune

- di : palermo legal

Cosa Libera: un percorso di autoeducazione popolare. Il cosalibera.it  è una raccolta informatica ed interattiva di tutte le sentenze penali di mafia ed estorsioni che hanno riguardato il territorio di Palermo e Provincia, a partire dal 2006. Il portale (gratuito e liberamente consultabile) nasce per iniziativa di attivisti e professionisti che operano nel settore da più

Il (nuovo) reato di depistaggio

Il reato di depistaggio. Elementi soggettivi e oggettivi che configurano il nuovo delitto proprio del pubblico ufficiale e/o incaricato di pubblico servizio. Con la legge n.133 del 11 luglio scorso è stato introdotto  nel nostro ordinamento il reato di depistaggio. La nuova fattispecie penale, disciplinata dall’art. 375 c.p., punisce con la reclusione da 3 a 8 anni il pubblico ufficiale